Pavimenti  settore ospitalità
Hotel . Alberghi . Pensioni . B&B . Residence
 
Il pavimento per ambienti adibiti ad ospitalità, soprattutto se si tratta di Hotel, è una scelta basata su design e funzionalità. I materiali più utilizzati sono moquette, lvt, laminato, ma non solo. Da sempre è la moquette, il pavimento più silenzioso in assoluto, capace di dare quella sensazione di relax,  morbidezza e piacevolezza al calpestio  che molti altri pavimenti non sono in grado di offrire. Chiunque abbia avuto occasione di soggiornare in un hotel dove i rumori dei passi degli ospiti presenti nella camera superiore o adiacente, disturbano il relax, può ben comprendere perchè negli hotel la moquette viene utilizzata così largamente. E' infatti capace di attutire moltissimo i rumori e quindi assicurare il buon comfort acustico. Ovviamente questo è valido, quando la moquette è di una certa qualità, con un filato adeguato e una felpa adatta a quello specifico utilizzo. 
 
 
addetto reception alberghiBellezza e Funzionalità
Sono due aspetti assicurati dalla moquette che impiega filati resistenti, con trattamenti che la rendono facile da pulire e con una lavorazione in grado di offrire un grado di fonoassorbenza idoneo. Da diversi anni, a fianco delle moquettes, hanno fatto la loro comparsa anche altre tipologie di pavimentazioni, che sono in grado di presentarsi come buona alternativa e parliamo sostanzialmente di pavimenti vinilici e parquet legnosi.
 
 
 
prod min Parkover
Pavimenti in laminato 
(la silensiosità è questione di sottopavimento)
 
Largo utilizzo è stato fatto negli ultimi due decenni dei pavimenti in laminato, che nel settore dell'ospitalità hanno anch'essi i loro vantaggi. Primo tra tutti è il fatto di non dover essere incollati, quindi la ristrutturazione delle camere avviene in modo molto veloce e poco invasivo e anche la futura rimozione è velocissima e lo smaltimento è semplice e non richiede particolare attenzione essendo un  materiale che  non crea rifiuti dannosi.  Gli spessori possono variare dai 7 ai 12 mm. anche se si consiglia comunque di non scendere mai al di sotto degli 8 mm. con resistenza minima AC4. C'è da dire che per questa tipologia di pavimentazione è da curare molto il sottofondo, cioè il materassino che si utilizza.  Capita troppo spesso di vedere pavimentazioni dove se è posta molta attenzione all'estetica, ma poco o niente all'aspetto tecnico. Il materassino, nella posa dei pavimenti flottanti, è di fondamentale importanza. Il tappetino di sottofondo infatti è da cosiderare come parte integrante della formazione del  pavimento, e di fatto lo è perchè contribuisce alle performances della pavimentazione. Si tratta di un 'sistema' di pavimentazione, per cui la scelta del materassino deve essere fatta con accortezza, come quella del pavimento stesso. 
Sopratutto nel settore dell'ospitalità un pavimento flottante dovrebbe sempre essere accompagnato da un sottopavimento che abbia un buon grado di abbattimento acustico, non inferiore ai 20 dB e una comprimibilità scarsa.  Tuplex ha caratteristiche che lo rendono in grado di mantenere i suoi valori anche nel lungo tempo, senza perdere le sue performances. Ovviamente anche il materassino deve essere in classe Bfls1 o Cfls1 per cui avere un comportamento al fuoco idoneo. Un aspetto importante dei pavimenti in laminato è che per loro natura, sono in grado di attutire i rumori che dalla camera si propagano verso l'esterno, quindi insonorizzano in modo molto efficace, evitando che i rumori prodotti nella stanza si propaghino alle altre camere sottostanti. Se poi la scelta è sui pavimenti in 12 mm. di spessore le qualità fonoassorbenti e di resistenza aumentano. Quindi: un buon pavimento in lamianto + in buon materassino, posati  bene,  possono attutire i rumori da calpestio nella stanza e quelli propagati in camere adiacenti.
Non è da dimenticare il fatto che attualmente i pavimenti in laminato hanno raggiunto una presenza estetica di tutto rispetto e che in molti casi sono difficilmente distiguibili da un vero parquet se la superficie è in tecnologia woodline o, meglio ancora, sincronizzata 3D, come lo è Parkover.  Certamente non tutti i pavimenti in laminato sono paragonabili, come è vero per ogni altro prodotto, di qualsiasi genere, si trovi sul mercato. Le differenze ci sono e spesso sono nella qualità delle materie prime impiegate, nella tipologia di lavorazione e nell'attenzione con cui si produce. Molte volte una valutazione attenta è in grado di svelare queste differenze, più spesso occorre andare più a fondo e valutare le caratteristiche imparando a 'leggere' le schede tecniche.
 
 
 
59166 amb11LVT LVP - Luxury Vinyl
Di ultimissima generazione e di sicuro futuro successo, sono i pavimenti vinilici chiamati LVT o Luxury Vinyl sia in piastre che in doghe. Sono la nuova evoluzione dei pavimenti in vinile, prodotti in PVC eterogeneo, che si posano a colla oppure sono dotati di incastro a click e quindi (con opportuni accorgimenti tecnici), si possono posare flottanti. Per la posa flottante è sempre consigliabile verificarne l'idoneità di volta in volta, in quanto le variabili sono molte:
  • La dimensione dell'ambiente
  • La presenza di umidità
  • Gli sbalzi termici
  • Il grado di utilizzo
Tutti aspetti da valutare, attentamente, in un ambiente adibito a camera per gli ospiti di un hotelper avere la sicurezza che il pavimento possa resistere all'uso, dare il giusto grado di comfort e soddisfare a lungo, sia il cliente che l'hotel stesso. Per esempio la posa flottante dei pavimenti in LVT non è idonea per ambienti di grandi dimensioni e con utilizzo inteso. Non è consigliabile neppure dove ci siano sbalzi termici importanti o dove i raggi del sole battono direttametne sul pavimento. In questo caso è più sicuro incollare la pavimentazione, anche mediante l'uilizzo di una guaina oppure di un collante attaca/stacca.
  
 
LVT con supporto in HDF e incastri a clic
Un'altro prodotto davvero innovativo è il vinilico con supporto in HDF per la posa a clic, che assicura una elevata stabilità anche nel tempo e una resistenza veramente notevole. 
Fusion XL ne è un chiaro esempio. 
 
 
Vantaggi
I pavimenti in materiale vinilico hanno due grandi punti forti: sono facili da pulire e sono antibatterici, il PVC infatti viene largamente utilizzato come  materiale ospedaliero proprio per la sua natura sicura, in questo caso però è necessario che la materia prima sia 'vergine' e quindi non riciclata, in quanto solo così si ha la sicurezza che il pavimento abbia i requisiti che offre il PVC. Se invece è riciclato potrebbe provenire dal mercato cinese non controllato e questo comporterebbe la sua non sicurezza. I pavimenti in PVC hanno tantissimi grandi vantaggi e da sempre vengono utilizzati in settori specifici come appunto sanità, industria, scuola, palestre. Per questa ragione si è sempre data molta più importanza all'aspetto funzionale piuttosto che a quello estetico. Almeno fino ad oggi!
 
Il futuro dei pavimenti in PVC
Con l'entrata di nuove tecniche di fabbricazione, anche i pavimenti in PVC si sono evoluti e adesso si può, a giusta ragione, affermare che anche sotto il profilo estetico sono veramente notevoli e sicuramente sono destinati a migliorare ancora.   Per questo motivo è indubbio che il PVC sarà un materiale  sempre più utilizzato... anche nel settore abitativo e alberghiero.   Come ogni altro prodotto, per avere la sicurezza che il pavimento risponda alle esigenze e si comporti bene anche nel tempo, la qualità è il primo aspetto e il più importante: quali materie prime vengono utilizzate per la sua produzione, che tipi di tecniche produttive vengono impiegate, a quali certificazioni sono stati sottoposti i prodotti, che performance offrono.  I pavimenti in PVC da incastro tipo Fusion XL sono ancora scarsamente conosciuti al mercato, proprio perchè è un pavimento relativamente nuovo, ma per far capire di cosa stiamo parlando, si può semplificare dicendo che sostanzialmente è una tipologia di pavimento simile al laminato, ma lo strato superiore è in vinilico da 1,5 a 2 mm. di spessore e che lo strato inferiore è insonorizzato tramite una lastra di sughero. L'aspetto è simile al parquet, ma molto più resistente, facile da pulire, silenzioso. Vale la pena approfondire maggiormente questo tipo di pavimentazione, perchè è veramente un ottima soluzione dove si voglia un pavimento funzionale, insonorizzante e facile nella manutenzione.
 
 
 
wl quattordiciIl parquet nel settore alberghiero
WeroLegno è un pavimento in legno High-Tech nel quale atmosfera e ricchezza, si associano alle tecnologie di fabbricazione più recenti ed avanzate, per dare vita ad una pavimentazione pratica ed innovativa, ben apprezzata nel settore alberghiero per hotel e in strutture recettive di pregio. Suite, camere, ambienti in residence, con l'utilizzo di WeroLegno risulteranno maggiormente accoglienti, esprimendo tutto il calore e la prestigiosità di un vero pavimento in legno. Il pavimento in legno, spesso è una scelta non praticabile, sia per la sua delicatezza che per il costo, WeroLegno ha la soluzione giusta, per l'uso e l'utilizzo nel settore contract, è una soluzione di sicuro effetto, capace di comunicare benessere, prestigio, atmosfera.
 
 
 
Nessun record trovato

HOTEL e RISTORANTI

logo footer  NANNI GIANCARLO & C.

 Via Loredano Bizzarri 1 a\b
Zona Ind. Bargellino
40012 Calderara di Reno (BO)
TEL. (+39) 051.728832
FAX (+39) 051.727063 
 
P.IVA 01630431201
C.F.   04175810375
© Tutti i diritti riservati 

ORARI


Dal Lunedì al Venerdì:
08.30–12:30 
14.00–18:00
Sabato e Domenica: chiuso
Domande? Scrivete una mail
 email ico
Rispondiamo velocemente a richieste tecniche e commerciali

MAPPA

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.