PAVIMENTI IN PVC
Il PVC, proprio per le sue caratteristiche di grande igienicità, viene utilizzato largamente nel settore della sanità. Non soltanto nelle pavimentazioni, ma in gran parte degli oggetti e degli utensili utilizzati negli ospedali e negli ambulatori.  Quindi un prodotto che nasce di per se' con grandi qualita'  antibatteriche e igieniche. Ecco perche' il PAVIMENTO IN PVC è particolarmente adatto per uso professionale. Le sue qualita'  sono molte e importanti. Prima di tutto la grande resistenza, che lo rende idoneo ad ambienti sottoposti a forte usura ed a carichi concentrati, per questa ragione vengono utilizzati anche nelle comunita' , nelle mense, nelle scuole negli asili, nelle palestre, nei laboratori e come pavimento per uffici. Ma questo e' solo per fare alcuni esempi sulla grande possibilita'  di utilizzo.
 
Sono belli e igienici
Una tipologia di pavimenti tutta da scoprire nel settore abitativo. Da tempo utilizzato nel settore ospedaliero, scolastico, age-care e sportivo e per le grandi superfici, ora il PVC approda anche nell'edilizia civile con risultati molto soddisfacenti. I trattamenti PUR della superficie, facilitano la manutenzione e permettono di evitare la ceratura metallizzata (applicazione di emulsione acrilica), dopo la posa in opera. L'effetto estetico è migliorato tantissimo, raggiungendo un alto grado di espressione, tra i classici marmorizzati, variegati, a chips e tinta unita a bellissimi effetto pietra, metallizzati, parquet, nuvolati... In PVC ha anche il vantaggio d'essere antistatico, quindi minimizza i problemi di possibili scariche elettrostatiche dove c'è la presenza di ambiente secco ed elettricità. Se il disegno del pavimento in PVC e' a tutto spessore si chiamano omogenei, se invece e' a piu' strati abbiamo gli eterogenei. La differenza e' che i primi hanno una mescola unica su tutto lo spessore, ma le possibilita' estetiche sono molto ridotte e quindi solitamente vengono utilizzati piu' nei settori professionali specifici, mentre gli eterogenei lasciano molto piu' spazio per le varie combinazioni di design.
 
Pavimenti LVT
La novità nel settore dei pavimenti vinilici è l'LVT o Luxury Vinyl Tile, pavimenti in PVC che possono essere in formato piastrella o doga e hanno una resa estetica di tutto rispetto! L'LVT coniuga tutti i vantaggi del PVC con le nuove tecnologie di trattamento della superficie, per avere un pavimento bello, funzionale, resistente all'acqua e con uno spessore tale che permette di eseguire ristrutturazioni senza alzare di molto il livello del pavimento. E' una soluzione molto interessante, ma come tutti i prodotti, occorre conoscerne pregi e difetti o meglio limiti.
Sostanzialmente il limite di questa tipologia di pavimenti è dovuto principalmente al suo utilizzo nella posa flottante, per la quale è consigliabile conoscere alcuni aspetti tecnici.  Il pavimento vinilico nasce per la posa incollata e, fino a pochi anni fa, questo era l'unico metodo di posa utilizzato, sia per le pavimentazioni viniliche in rotolo, sia per le doghe e le piastrelle. Sull'onda del successo riscontrato dal parquet e dai pavimenti in laminato a posa flottante, che permettono il montaggio senza utilizzare la colla mediante un sistema ad incastro, il mondo della produzione ha pensato di applicare il medesimo sistema anche ai pavimenti in PVC. I vari sistemi a posa flottante, generalizzando,  vengono chiamati 'a clic' intendendo con questa omonatopeia una tipologia d'incastro che permette di assemblare i vari elementi del  pavimento, senza incollarlo al fondo e senza neppure incollare gli elementi tra loro, questo tipo di posa ha tantissimi vantaggi e per questi motivi è stato esteso anche alle pavimentazioni viniliche. Tuttavia, occorre tenere presente che le materie prime sono diverse e, di conseguenza, sono differenti i comportamenti. 
 
prod min strati pvc pavinil 
icona link  Guarda i cataloghi: Pavinil e Fusion XL
 
 
 

Posa in opera a clic\flottante - pro e contro
Questo metodo di posa è già largamente e lungamente utilizzato nei parquet in legno e in laminato, con ottimi risultati. In oltre 20 anni dalla sua comparsa sul mercato,  i problemi che poteva dare all'inizio sono stati decisamente risolti e adesso è senza dubbio il metodo di montaggio più utilizzato, perchè presenta molti punti a suo favore. Questo metodo però è ancora molto 'giovane' nei pavimenti in PVC e di fatto il PVC è un materiale con caratteristiche molto differenti rispetto al legno e al laminato. 
Per sua natura, il vinilico ha una ridotta stabilità dimensionale, questo significa che si muove molto. Per questo motivo occorre 'stabilizzarlo' mediante l'utilizzo di fibra di vetro. Sempre per lo stesso motivo, in PVC è sempre stato posato a incollaggio. Quindi il pavimento vinilico è un pavimento eccezionale sotto moltissimi aspetti, quando viene incollato!
 
Se invece viene posato flottante...  necessità di alcune condizioni:
  •     che sia ben stabilizzato!
  •     che il tipo di incastro sia in grado di essere saldo sulle teste
  •     che l'incastro sia resistente alle sollecitazioni e sufficientemente consistente
  •     che sul pavimento non batta il sole direttamente
  •     che nell'ambiente non ci siano sbalzi di temperature forti e repentini
  •     che non ci sia troppa umidità

inoltre è importante sapere che sulle grandi superfici è necessario utilizzare giunti di dilatazione.

Quindi, di volta in volta, e secondo le caratteristiche dell'ambiente da pavimentare, sarà consigliabile decidere se il Luxury Vinyl sarà da posare flottante oppure meglio prevedere una posa in opera mediante incollaggio.   Una terza opzione è l'incollaggio semipermanente, cioè  si può sempre optare per la posa in opera con collante di tipo attacca-stacca che permette di avere un pavimento più stabile, con una colla che sarà molto più semplice da rimuovere, qualora si decidesse di demolire il pavimento.
 
 
Posa in opera su guaina un'idea intelligente
In realtà esiste anche una quarta scelta, molto intelligente e funzionale. Cioè la posa in opera mediante guaina, specifica per LVT, che permette di avere un pavimento comunque flottante, senza essere incollato al sottofondo, quindi molto semplice da rimuovere un domani, che però sfrutta la guaina come ancorante e che, essendo incollato su di essa, forma un pavimento compatto, molto stabile e anche con ottimi vantaggi di insonorizzazione e durevolezza, perchè sarà la guaina stessa a fare da legante.
 
Pavimenti in PVC di alta gamma
Come in ogni materiale, anche nelle pavimentazioni in PVC, esistono delle differenze sostanziali per qualità e caratteristiche, dovute principalmente alle materie prime utilizzate e al tipo di lavorazione, due aspetti importanti che determinano la resistenza al calpestio, allo sfregamento, la tenuta del colore, la deformabilità... caratteristiche tecniche che occorre conoscere e verificare nella scelta del pavimento, in relazione all'utilizzo che se ne deve fare.  Per esempio: negli LVT per la posa flottante (per gli LVT a incollo in problema non esiste), è di primaria importanza il tipo si supporto, che può essere più o meno compatto. La compattezza del supporto, ovviamente, ha una diretta influenza sulla qualità e durata del pavimento. Più è compatto il supporto e più è stabile il pavimento, meno compattezza equivale e meno stabilità. La stabilità di un pavimento in pvc è un dato facile da individuare sulla scheda tecnica, in quanto è regolato dalla normativa europea sui rivestimenti resilienti per pavimentazioni EN 434 - UNI EN ISO 23999:2012 questa norma determina la stabilità dimensionale e dell’incurvamento dopo esposizione al calore,  mediante una percentuale. Più è bassa la percentuale migliore è il comportamento del pavimento.   Per quanto riguarda la resistenza all'abrasione la norma di riferimento è la EN 660, per il comportamento al fuoco la normativa EN 13501-1 determina la classe di appartenenza, divisa per lettera dell'alfabeto partendo dalla lettera A che è il migliore comportamento in caso di incendio a scalare. Per quanto riguarda i pavimenti normalmente le classi utilizzate per rientrare nei parametri richiesti dai vigile del fuoco, relativamente alla sicurezza delle pavimentazioni in luoghi aperti al pubblico sono  Cfl-s1 e Bfl-s1  (vedi normative reazione al fuoco).  
 
 
 
 
 
 
 
logo footer  NANNI GIANCARLO & C.

 Via Loredano Bizzarri 1 a\b
Zona Ind. Bargellino
40012 Calderara di Reno (BO)
TEL. (+39) 051.728832
FAX (+39) 051.727063 
 
P.IVA 01630431201
C.F.   04175810375
© Tutti i diritti riservati 

ORARI


Dal Lunedì al Venerdì:
08.30–12:30 
14.00–18:00
Sabato e Domenica: chiuso
Domande? Scrivete una mail
 email ico
Rispondiamo velocemente a richieste tecniche e commerciali

MAPPA

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.