COME DISTINGUERSI
PROPONENDO ARTE E DESIGN IN HOTEL, RISTORANTI e NEGOZI
(ma anche in casa, ufficio, laboratorio...)
 
Ristrutturare, arredare e rinnovare può essere stimolante, ma può essere anche un impegno, un dilemma, un pensiero.  Come, dove e che cosa scegliere... in una giungla di proposte? Per rinnovare il design, non è sufficiente dare una mano di vernice. Ci sono tante possibilità che, come un vassoio pieno di prelibatezze, aspettano d'essere ammirate e portate nel nostro vivere quotidiano.  
 

scalavetro vitreum e stickers

EQUILIBRIO
Una visione d'insieme, che poggia le basi su quelle sensazioni sottili, legate ai colori, ai materiali,  ai volumi, alla percezione, che a loro volta devono seguire il tema della struttura ricettiva. Per avere una bella sensazione, quando ci accede in un qualsiasi ambiente, a volte può bastare un tocco in più, dei particolari, una rivisitazione di quello che è già esistente, integrando con oggetti, decori, colori nuovi... o pezzi d'arte. Stile ed eleganza sono i due ingredienti principali per  stupire l'ospite.
 
Per dare una buona sensazione, occorre lavorare sul giusto equilibrio tra estetica ed atmosfera, colore e luminosità, in un sapiente mix che deve essere piacevole, accogliente, armonioso. Questo equilibrio deve essere sempre presente, indipendentemente dallo stile;  classico o eccentrico, non importa... l'obbiettivo di ogni ristrutturazione che si rispetti deve essere l'armonia.
 
  
ARTE A 360°
Integrare pezzi d'arte nell'arredo riqualifica l'ambiente. Per pezzi d'arte  intendiamo tutta l'arte, che può esprimersi anche nelle ante dell'armadio, nella testata del letto, in una parete...  può essere inserita e integrata in un progetto di interni più globale e articolato, che può trasformare anche un ambiente anonimo in un pezzo "unico" d'autore. Non ha senso spendere tanto per "cambiare" un arredamento, un mobilio, quando si può personalizzare. In definitiva, ogni superficie può trasformarsi in un supporto adatto per un opera d'arte. 
 
 
  Ristrutturazione artistica panche atrio
 Riqualificazione panche zona esterna
 
Cambiare un pavimento vecchio con uno più attuale, è una buona mossa per rinnovare l'ambiente, non è però sufficiente per dare la sensazione di un ambiente armonioso, personalizzato e ricercato. E non è neppure vero che occorre spendere tanto per dare un nuovo vestito all'ambiente. Si può partire con pochi ritocchi fino ad arrivare ad un progetto completo, con  vari step intermedi. Si può concepire anche un restyling spalmato nel tempo, con interventi programmati. 
 
 
 Personalizzazione di un vecchio tavolo, armonizzato con colori e design del negozio
 Riqualificazione tavolo in centro shop per bambini
 
 
 
salotto locomotiva stickers
Decorazione vecchia locomotiva in sala lettura
 
RINNOVARE INVECE CHE CAMBIARE
Per rinnovare l'arredamento, si può decidere di puntare sull'acquisto di arredi nuovi con uno  standard estetico e qualitativo alto, che ovviamente richiede un importante investimento, proporzionale alla grandezza dell'ambiente e all'esclusività del design che si vuole scegliere.  Più esclusivo e  lussuoso sarà, più il costo sarà elevato. L' alternativa è invece puntare sull'estro, la creatività, l'eccezionalità di una scelta e di un approccio fuori dallo standard e per questo motivo, di sicuro impatto. In questo caso, rinnovare gli ambienti, significa dare una impronta particolare, unica e personale.  Stile classico o stile modernissimo, non importa, l'imperativo è "unicità" attraverso la riqualificazione di quanto già esiste. 
 
 
 

Realizzazione artistica su vecchia porta di legno

Ingresso Suite, integrazione porta con pareteARMONIZZARE
CON ARTE E GUSTO
La nostra idea è che l'arte si può esprimere in tante modalità e in tutti gli ambienti. 
Armonizzando, integrando, interagendo, personalizzando, dando risalto o ammorbidendo linee e geometrie. 
 
Per esempio: perchè spendere soldi e tempo per cambiare delle vecchie porte? Si può pensare di trasformarle in tavolozze e supporti per decorazioni, che renderanno l'ambiente soprendente e molto esclusivo. L'arte del decoro nelle superfici d'interni trasforma tutto in oggetti particolari, donando unadimensione inusualee per questo motivo di grande impatto visivo e percettivo.  
 
Non c'è limite all'estro e alle possibilità; la testata del tetto, i tavoli, seggiole, armadi, comodini, integrare porte, ingressi, nicchie, con effetti innovativi, metalizzati, materizzati, con immagini e colori... si può veramente trasformare un arredamento vecchio e consumato, o un mobile anonimo, come una comune testata squadrata,  in un quadro.
 
      
 
 
 
 
COORDINARE QUADRI E CARTA DA PARATI

Una delle nostre proposte più innovative è l'integrazione tra la carta da parati  e i quadri, un idea che può rendere unica, fantasiosa, sorprendente ogni camera da letto. E' possibile integrare anche direttamente l'opera d'arte sulla parete. Questa è una personalizzazione che rende l'ambiente molto esclusivo, anzi ne sottolinea l'unicità proprio per il valore intinseco dell'opera fatta a mano,  su misura per la struttura.  In questo modo è l'arte che si armonizza con l'arredamento, attraverso soluzioni personalizzate, in grado di dare l'dea di bellezza, stile e armonia.  Un plus per hotel e strutture ricettive, che puntano sull'esclusività, che è anche una valida idea per  studi, negozi e abitazioni private.  

   
Integrazione quadro con carta da parati camera hotel 
Studio personalizzazione quadri e integrazione con carta da parati Relais Bellaria Hotel - Bologna
 
camera 263
.
Integrazione quadro con carta da parati camera hotel   
camera 177
 
Integrazione quadro con carta da parati camera hotel
 
168
Realizzazione quadro personalizzato sulle tinte della camera in stile shabby
 
 
 
 
Arredare con l'arte italiana e locale
Nell’arredamento alberghiero,  anche la scelta dei quadri  d’arte gioca un ruolo importante  e contribuisce a creare la specifica atmosfera dell’ambiente, quello speciale “colpo d’occhio” che bendispone appena si entra.  Si può utilizzare l'arte a 360 gradi, ma se ci focalizziamo sui quadri,  potendo spaziare dalle stampe ai dipinti su misura e su commissione,  l'imperativo deve sempre essere che siano perfettametne integrati.  Dai moderni pannelli appesi “a vivo” alle tele montate su classiche cornici, l’importante è che lo stile si abbini all’immagine complessiva dell’hotel, senza stravolgere l’arredamento di base.
 
Per dare un tocco personale e intrigante, può essere un 'idea utilizzare opere realizzate da artisti locali. Questo consente di avere un'identità più marcata e una maggiore percezione del luogo.  La scelta può svilupparsi dall'inserimento di piccole opere d'arte, fotografie, sculture, ai quadri e pezzi d'arredamento concettuali... sono piccoli dettagli che possono dare una visione d'insieme di valore artistico.  Per quanto riguarda i quadri, si può dire che siano quel tocco in più, che può far comprende all'ospite di accedere ad una struttura sensibile al "bello", una struttura con una sensibilità verso le sensazioni visive, quindi un'apertura particolare verso l'esclusività, che non tutti hanno.  Come per esempio la scelta fatta del Relais Bellaria Hotel che ha puntato sull'inserimento di quadri artistici nelle camere da  letto, studiati, sia per colori che per soggetti, per "raccontare"  delle piccole storie illustrate.  In questo caso, la struttura è nata da un singolare progetto a basso impatto ambientale, che ha puntato molto sulle zone verdi esterne. Il ristyling degli interni ha voluto seguire questa impronta, con un tema che lega, in un sinergico binomio, natura e relax.  Le carte da parati per le camere hanno seguito questa linea, con motivi floreali astratti, che puntano su colore e movimento, in alcune camere con toni molto allegri e vivaci,  in altre con nuances tono su tono molto soft.  In questo caso i quadri sono stati creati e tagliati su misura, come un vestito di sartoria,  uno per uno,  per le singole  camere,.
 
 
 
bologna 1    bologna 3
Quadri commissionati su misura da Relais Bellaria Hotel con tema: Bologna e Natura
 
 
Armoniosità
Per dare una sensazione di armoniosità, anche l'accessorio deve essere percepito come parte integrante dell'ambiente, non come un oggetto messo lì per sbaglio o per caso. Spesso capita di vedere elementi d'arredo, sopratutto quadri, che non si abbinano con il resto dell'ambiente e sembrano non avere una logicità. Può capitare di accedere in una camera dove è chiaro che tendaggi, tappezzeria e arredamento sono coordinati e in armonia, mentre al muro è appeso un quadro che non si inserisce, non si adatta, stride, a volte facendo anche da elemento di distrurbo sia nei colori che nel buon gusto. Quadri appesi al muro perchè  "tanto lì bisogna mettere qualcosa", ma la percezione di chi accede ad un ambiente con quadri che non si sposano con il resto è di fastidio.  Questo non accade solo nelle camere da letto. si può vedere anche nelle hall o nei corridoi. A prescindere dal soggetto, che è una questione molto personale e quindi può toccare più o meno l'ospite, i due aspetti fondamentali, perchè un quadro si inserisca bene, sono la scelta dello stile e dei colori,  che dovrebbero essere alla base di una buona armonizzazione d'insieme. 
 
Se poi andiamo sul terreno dei quadri commissionati su misura, allora qui è ovvio che il tema  della struttura deve essere ancor più "centrato",  tenendo a mente alcuni linee guida: 
nella hall, dove si ha la prima impressione della struttura e nelle parti comuni,  nella biblioteca, sala conferenze o area fitness, la scelta ricade su  temi e colori più neutri, linee sobrie e toni pacati.  Nella sala ristorante,  si può osare verso soggetti più caratteristici e decisi, colori più marcati,  con un certro tocco di originalità.
 
I corridoi possono diventare esposizioni,   presentarsi  quasi come delle gallerie d'arte...  Giocando  sul piano dello spazio fisico, lungo un percorso, trasformando il corridoio in un tracciato che invita a varcare soglie che, preannuncia e promette. Poi, aprendo le porte delle camere, si entra in un mondo percetivo, di colore e forme, che si apre e comunica, mette in relazione. Un corridoio pensato per inoltrare in ambienti sapientemente miscelati, con un lavoro sinergico dedicato ad un pubblico, che non è solo di "passaggio",  che viene  invitato a non essere solo spettatore , ma bensì fruitore capace di entrare in relazione con l’opera, vivendola. Attraversato questo invito, che è il corridio,  si accede all’interno ciascuna stanza, la quale si offre come idea d’ambiente, di relazioni, di personalità  e  espressione artistica. Non solo immagini, ma  "pensieri" che trasfigurano gli spazi dove non è solo il comfort, la qualità prima, ma diventa espressione muilticolore e multiforma, seducente.
U
n’idea semplice, ma efficace è anche è quella di dedicare ogni piano a un “tema”, che possa richiamare la località in cui sorge l’albergo (paesaggi, scorci di città, boschi, botanica, marine…), o creare una serie di quadri che raccontano una storia... legata ad un tema, che può essere scelto tra tanti. Anche una serie di animali o di fiori, ma anche erbe aromatiche,  piccole storie scritte e illustrate... quello che la fantasia e l'estro può immaginare. Nei corridoi non c'è limite nello sviluppo di un racconto ad immagini. Se invece si sceglie il soggetto geometrico,  quadri 
astratti o più concettuali,  la scelta più appropriata è di abbinare due o più piccoli quadri per colore e tonalità, indipendentemente dallo stile o dal soggetto, in quanto l’elemento unificante diventerà il “colore”.
 
Non si deve mai dimenticare ovviamente in tutto questo,  lo stile della stuttura; moderna, classica, shabby, country, natural style... e il tipo di arredamento presente. Perchè qualsiasi tipo di mobilio, anche se scarsamente arredativo, oppure di sapore un pò passato, se inserito dentro un contesto equilibrato, può essere valorizzato, esaltato e "rivivere" di una nuova vita senza essere obbligati a doverlo cambiare a tutti i costi. 
 
 
 
NUOVO DESIGN
Se l'ospite accede ad una struttura visibilmente obsoleta, poco curata, con spazi male attrezzati, che non offrono un approccio piacevole, il contensto ne soffre e le recensioni negative incidono anche in modo pesante sulla scelta futura di altri potenziali clienti. Combinando creatività ed efficienza, iristyling delle camere da letto è la scelta più veloce e semplice per rilanciare  una struttura d'accoglienza. Rinnovare le camere, senza investire una fortuna,  potrebbe contribuire al rilancio, puntando su aggiustamenti che restituiscono qualità agli ambienti, senza interventi murari e di rifacimento impiantistico troppo onerosi. 
 
Il punto di partenza, dovrebbe sempre essere il progetto di design. Un idea globale che tenga presente  le esigenze, quello che è già esistente, i colori e i volumi. Così da armonizzare il tutto,  riciclando quello che è possibile, integrandolo, con lo scopo di contenere i costi.  Una strada per migliorare la qualità complessiva,  con creatività e flessibilità. "Vestire" le pareti con una bella carta da parati, può essere la scelta che, in pochi passaggi, rende la camera più accogliente, si può poi procedere con il ristyling anche decapando i mobili e  le testate del letto, oppure rinnovare il mobilio utilizzando gli smalti per creare effetti metallizzati. Dipingere sulle pareti paesaggi e illustrazioni che possono essere anche coordinate ai quadri, o alle carte da parati. Utilizzare cuscini  di colore abbinato ai decori sulle pareti.  Le strade sono tante, ma il punto focale è che tutte vanno pensate in un contesto integrato. Come sottolinea Francesco Lucchese, docente della facoltà del Design del Politecnico di Milano, «il cliente, soprattutto nel settore business, dopo una giornata intensa di lavoro cerca nella camera d’albergo il luogo capace di offrire ospitalità e adattabilità. Il design bello o di tendenza non basta». C’è infatti un altro aspetto importante da tener presente: bisogna mettere in conto anche servizi di personalizzazione, dove l’aspetto emotivo non sia trascurato, perchè è proprio questo aspetto ad avere la massima importanza.  
 

Forse può interessare anche:
 
 
  
logo footer  NANNI GIANCARLO & C.

 Via Loredano Bizzarri 1 a\b
Zona Ind. Bargellino
40012 Calderara di Reno (BO)
TEL. (+39) 051.728832
FAX (+39) 051.727063 
 
P.IVA 01630431201
C.F.   04175810375
© Tutti i diritti riservati 

ORARI


Dal Lunedì al Venerdì:
08.30–12:30 
14.00–18:00
Sabato e Domenica: chiuso
Domande? Scrivete una mail
 email ico
Rispondiamo velocemente a richieste tecniche e commerciali

MAPPA

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.